Pubblicato il Lascia un commento

Il Castello della Rancia (Tolentino, MC)

castello della rancia dalle marche per voi prodotti marchigiani

Il Castello della Rancia (Tolentino, MC)

Come abbiamo già avuto modo di dire in altri articoli del nostro blog, le Marche offrono una grande varietà di paesaggi. Si va dal mare trasparente con le deliziose spiagge, alle colline dolci e colorate per arrivare agli imponenti rilievi dei Monti Sibillini. Questo caleidoscopico territorio è puntinato di rocche, castelli e fortificazioni alcuni anche molto ben conservati e, se si è appassionati del genere o si ha anche solo la curiosità di trascorrere un pomeriggio respirando un po’ di Medioevo, si ha solo l’imbarazzo della scelta.

Per il nostro pomeriggio questa volta abbiamo scelto il Castello della Rancia. Situato nell’entroterra Maceratese e comodamente raggiungibile con una superstrada, il castello fino al 1.100 d.C. è stato una “grancia”, ovvero una specie di granaio fortificato, ed è stato trasformato in un vero e proprio castello, con funzioni sia difensive che di prigione, soltanto a metà del 1.300 per volere di alcuni signori della vicina Camerino (i Da Varano).

Castello della Rancia prodotti marchigiani

Al nostro arrivo, forse anche per il tempo grigio, l’edificio si è presentato severo ed imponente davanti ai nostri occhi.

L’attuale ponte in muratura sostituisce l’antico ponte levatoio. Camminando verso il portone d’ingresso proviamo ad immaginare come poteva essere arrivare a questo castello e annunciarsi sperando di veder calare il ponte ed essere accolti.

Oggi ovviamente è molto meno romantico… superato il portone c’è una guardiola dove si riceve una piantina del castello, qualche indicazione e la raccomandazione di tenere addosso le mascherine e di disinfettare le mani prima di iniziare la visita.

Ma i tuoni che rumoreggiano cupi fra le nubi sopra alle nostre teste ci regalano un po’ di atmosfera (e allo stesso tempo la speranza di fare in tempo a completare la visita prima che venga giù il finimondo).

Purtroppo al momento parecchie sale del castello sono chiuse al pubblico in quanto è in corso, al loro interno, l’allestimento di future mostre.

Tuttavia l’immenso cortile, con al centro una profonda cisterna, e le alte ed imponenti merlature dei muri perimetrali offrono già un grande spettacolo.

… e i corvi sulle torri sono delle brave comparse!

La sala indubbiamente più interessante per noi, durante questo pomeriggio, è stata quella dedicata alla compagnia teatrale che prende il nome da questo castello: la Compagnia della Rancia. Un’intera ala dell’edificio è dedicata all’esposizione dei costumi di scena e di alcune parti delle scenografie utilizzate nei tanti musical rappresentati. Inoltre è stato sistemato uno schermo dove è possibile vedere alcune delle interpretazioni più significative.

Per concludere la visita, considerando che nei primi giorni di Maggio 1815 proprio qui si svolse la Battaglia di Tolentino, che fu per certi versi l’evento che diede il via a tutti quei movimenti che costituirono il Risorgimento Italiano, abbiamo pensato di non andarcene senza aver fatto un giro attorno al castello. Dal momento che la storia ci riporta che anche nei giorni della battaglia il tempo fu piovoso, abbiamo provato ad immaginare come avrebbe potuto essere trovarsi a passare per questi campi proprio in quei frangenti.

Vi lasciamo con il link alla consueta mappa: https://goo.gl/maps/cazoigg8DhdW6nvk8
e vi ricordiamo che potete iscrivervi al nostro blog lasciando il vostro indirizzo e-mail nello spazio presente alla pagina: https://www.dallemarchepervoi.it/blog/

Continuate a seguirci!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *